Citazioni con argomento "Ferite"

Sento il tuo disordine
e lo comparo al mio. C'è
somiglianza. C'è lo stesso slabbro
di ferite identiche. C'è tutta la voglia
di un passo largo in una terra
sgombra che non troviamo.
Sento il tuo respiro schiacciato
lo sento somigliante
ti sento piano morire
come me che non controllo
l'accensione del sangue.

Anch'io cerco una libertà che mi
sbandieri, una falcata
perfetta, uno stacco d'uccello
dal suo ramo, quando si butta
improvviso e poi plana.

Mariangela Gualtieri

Hai viso di pietra scolpita,
sangue di terra dura,
sei venuta dal mare.
Tutto accogli e scruti
e respingi da te
come il mare. Nel cuore
hai silenzio, hai parole
inghiottite. Sei buia.
Per te l'alba è silenzio.

E sei come le voci
della terra -
l'urto della secchia nel pozzo,
la canzone del fuoco,
il tonfo di una mela;
le parole rassegnate
e cupe sulle soglie,
il grido del bimbo – le cose
che non passano mai.
Tu non muti. Sei buia.

Sei la cantina chiusa,
dal battuto di terra,
dov'è entrato una volta
ch'era scalzo il bambino,
e ci ripensa sempre.

Sei la camera buia
cui si ripensa sempre,
come al cortile antico
dove s'apriva l'alba.

5 novembre '45

Cesare Pavese, La terra e la morte

Josef: Stavo pensando che... tu e io... potremmo forse andare insieme da qualche parte uno di questi giorni... Oggi. Adesso. Vieni con me Hanna!
Hanna: No, io... penso che questo non sia possibile.
Josef: Perché no?
Hanna: Perché penso che se andassimo da qualche parte insieme ho paura che un giorno, forse non oggi, forse neanche domani ma all'improvviso un giorno... ho paura che comincerei a piangere a piangere così forte che niente e nessuno potrebbe fermarmi e lacrime riempirebbero la stanza, io non riuscirei più a respirare e ti trascinerei giù insieme a me e affogheremmo insieme.
Josef: Imparerò a nuotare, Hanna. Te lo prometto. Imparerò a nuotare.

Tratta da La vita segreta delle parole di Isabel Coixet

Ci sono così poche cose laggiù, in profondità. Milioni e milioni di tonnellate d'acqua. Rocce e gas. Amore e sangue. Cento minuti, mille anni. Ceneri. Luce. Adesso. In questo preciso istante. Un attimo fa. L'ho già detto, vero? Ci sono così poche cose... Silenzio e parole.

Tratta da La vita segreta delle parole di Isabel Coixet