Ligabue

Ci son macchine nascoste e, però, nascoste male e le vedi
dondolare al ritmo di chi è lì dentro per potersi consolare
godendo sui clacson fra i fantasmi di Elvis
Ci son nuvole in certe camere e meno ombrelli di quel che pensi
Lo sapete cos'ha in testa il mago Walter
quando il trucco gli riesce e non pensa più a niente?
E i "ragazzi" sono in giro e, certo, alcuni sono in sala giochi e l'odore dei fossi forse lo riconoscono in pochi
e le senti le vene piene di ciò che sei
e ti attacchi alla vita che hai

Leggero nel vestito migliore
senza andata né ritorno senza destinazione
Leggero nel vestito migliore
nella testa un po' di sole ed in bocca una canzone

Dove passerà la banda col suo suono fuori moda col suo suono
un giorno un po' pesante e un giorno invece troppo leggero?
Mentre Kay si sbatte perché le urla la vena
pensi che sei fortunato: ti è mancato proprio solo un pelo
e ti vedi con una che fa il tuo stesso giro
e ti senti il diritto di sentirti leggero

C'è qualcuno che urla per un addio al celibato
per una botta di vita con una troia affittata
e le senti le vene piene di ciò che sei
e ti attacchi alla vita che hai

Leggero nel vestito migliore
senza andata né ritorno senza destinazione
Leggero nel vestito migliore
nella testa un po' di sole ed in bocca una canzone

Ligabue, Leggero

A parte che gli anni passano
per non ripassare più,
e il cielo promette di tutto
ma resta nascosto li dietro il suo blu,
e anche le donne passano,
qualcuna anche per di qua,
qualcuna ci ha messo un minuto,
qualcuna è partita ma non se ne va..

Niente paura, niente paura, niente paura
ci pensa la vita mi hanno detto così
Niente paura, niente paura, niente paura
si vede la luna perfino da qui..

A parte che ancora vomito
per quello che riescono a dire,
non so se sono peggio le balle
oppure le faccie che riecono a fare
A parte che i sogni passano se uno li fa passare
alcuni li hai sempre difesi altri hai dovuto vederli finire..

Niente paura, niente paura, niente paura
ci pensa la vita mi hanno detto così
Niente paura, niente paura, niente paura
si vede la luna perfino da qui..

Tira sempre un vento che non cambia niente
mentre cambia tutto sembra aria di tempesta,
senti un po’ che vento forse cambia niente
certo cambia tutto sembra aria bella fresca..

A parte che i tempi stringono e tu li vorresti allargare
e intanto si allarga la nebbia
e avresti potuto vivere al mare
ed anche le stelle cadono
alcune sia fuori che dentro
e un desiderio che esprimi
te ne rimangono fuori altri cento..

Niente paura, niente paura, niente paura
ci pensa la vita mi hanno detto così
Niente paura, niente paura, niente paura
si vede la luna perfino da qui
Niente Paura, niente paura

Ligabue, Niente paura

la tasca destra dei calzoni

erano lì
sul tappetino
tra le ciabatte
e il crotalo stecchito
vicini a una macchia di vino
una volta rosso
sfiorati dal lembo del lenzuolo
macchiato a sua volta
di uomo e di donna
una volta rossi
sovrastati dalla radiosveglia
che si lascia scappare
note rosa pallido
una volta rosse
e dalla foto incorniciata il cui soggetto
una volta

erano sotto
il peso dei sogni

sotto il peso
di una stampa di renoir
la lampadina fulminata
per sempre
un volume di p k dick
la lettera d'amore
che era riuscito a scrivere
a se stesso
melatonina in compresse
gli occhiali senza montatura
e senza lenti
senza stanghette
il congresso delle camicie usate

tutta roba che
pur essendo lì intorno
era sopra

erano lì
lì sotto
i motivi per cui
uno si dovrebbe alzare

si trattava
di riuscire
a chinarsi
raccoglierli
piegarli
infilarli nella tasca destra
dei calzoni sulla sedia

dare un'altra
piccola
veniale
delusione
alla morte

Ligabue, Lettere d'amore nel frigo

Faccio come un uomo
gioco a fare il duro
monto con il lego uno scherzo di futuro
che il futuro è fuori garanzia
un bacio e via
vado come un uomo
sono complicato
passo la mia lingua sul taglio nel palato
non mi lascio stare a modo mio
a modo mio

e poi vivere a orecchio
senza ricette che qualcun'altro ha prescritto
e poi starci un po' stretto
ma vivere a orecchio

faccio come un uomo
tu che cosa credi?
un giorno è solo amore
il giorno dopo spero
tu rimani donna più che puoi
proviamo noi

e poi vivere a orecchio
senza ricette che qualcun'altro ha prescritto
e poi starci un po' stretto
ma vivere a orecchio

e poi vivere a orecchio
metterci di tutto e forse stonare di brutto
e poi senza biglietto
vivere a orecchio

da dove ti viene il mar di mare
da dove ti viene una canzone
da dove ti viene il peggio di chi sei? chi sei?
vado come un uomo
ci provo fino in fondo
a stare come tutti
in pari come il mondo

e poi vivere a orecchio
senza un soggetto che qualcun altro ha già scritto
e poi starci un po'stretto
ma vivere a orecchio

e poi vivere a orecchio
metterci di tutto e forse stonare di brutto
e poi senza biglietto
vivere a orecchio

da dove ti viene da vomitare
e dove ti porta una canzone
da dove ti viene il meglio di chi sei
il meglio di chi sei?

Ligabue, Vivere a orecchio

Ti sento nell'aria che è cambiata
che anticipa l'estate
e che mi strina un po'
io ti sento passarmi nella schiena
la vita non è in rima
per quello che ne so
ti sento nel mezzo di una strofa
di un pezzo che era loffio
ed ora non lo è più
io ti sento lo stomaco si chiude
il resto se la ride appena ridi tu.

Qui con la vita non si può mai dire
arrivi quando sembri andata via
ti sento dentro tutte le canzoni
in un posto dentro che so io

Ti sento
e parlo di profumo
t'infili in un pensiero
e non lo molli mai
io ti sento
al punto che disturbi
al punto che è gia tardi
rimani quanto vuoi.
Qui con la vita non si può mai dire
arrivi quando sembri andata via
ti sento dentro tutte le canzoni
In un posto dentro che so sempre io oh oho oh oh

io ti sento c'ho il sole dritto in faccia
e sotto la mia buccia
che cosa mi farai

Ligabue, Ti sento