Catullo

Odi et amo. Quare id faciam, fortasse requiris?
Nescio, sed fieri sentio et excrucior.

Traduzione:
Ti odio e ti amo. Forse mi chiederai come faccio.
Non lo so, ma sento che succede e mi tormento.

Catullo, c.85