Citazioni tratte da "Il rossetto sbagliato"

Ogni tanto
dimentico la vita appesa
alle corde del bucato
lasciata al freddo della notte
lieve di colonia e rosa spina
affannata in quelle lenti
in cui guardo me stessa
e non mi trovo

ogni tanto
faccio lanterne con le scorze dell’arancio
sulle ante dell’armadio
conto barbie scolorite
nascondendole tra le dalie del balcone

ogni tanto metto il rossetto sbagliato di domenica
la cipria da pagliaccio
per dimenticare le stelle malandate
l’acredine del mare

ogni tanto
muovo passi stanchi
in una malinconia bambina
e mangio parole corrette con la vodka
agitate non mescolate

crescendo in bilico
con una coperta sempre più corta
la maglia di lana
e briciole di pane nel cuore.

Nel tempo di una sigaretta accesa
o forse spenta.

Tiziana Monari, Il rossetto sbagliato